È questa la domanda da fare al tuo dentista?
Questa è una delle domande più gettonate dai pazienti che per la prima volta varcano la soglia del nostro studio.

Ma è la domanda giusta secondo te?
Cerchiamo di fare un viaggio insieme, e alla fine sarai tu a darmi una risposta.

Questo è Francesco, curato presso un altro studio!

Francesco ha 23 anni e certamente sarà andato dal collega perché gli mancava un dente. Potremmo presupporre che valutando la sua condizione gli sia stato consigliato di sottoporsi al posizionamento di un impianto dentario per ritrovare il suo sorriso perso.

Ora ti spiego una cosa: quando manca un dente o purtroppo un dente deve essere estratto, perché nonrecuperabile, la procedura più indicata è quella di mettere una vite in titanio all’interno dell’osso che funga da radice artificiale.

Questa vite prende il nome di IMPIANTO DENTALE.
Per spiegartelo meglio utilizzo le immagini. A sinistra trovi un dente naturale e a destra un impianto dentale o meglio la radice artificiale.

Oggi non mi soffermerò sulle caratteristiche e sulla qualità dei materiali, magari lo farò in un altro articolo, ma ti anticipo che non tutti i materiali sono uguali e se uno costa 5 volte di più di un altro un motivo ci sarà.

Ritorniamo al nostro viaggio, abbiamo capito cosa è un impianto e a cosa serve, e ora ti dico che su questa radice artificiale verrà posizionato un dente artificiale in ceramica.

Quindi quello che serviva al nostro caro ragazzo era un nuova radice e un nuovo dente.

Sai qual’è il problema di questo paziente?

Questo è sempre lui.

l problema è che anche se tu che non sei del mestiere riesci a vedere  la radice artificiale e a capire quale sia il dente artificiale.
Un ragazzo di 23 anni può accettare di avere un risultato come questo? Inoltre, particolare da non trascurare,  Francesco non pensava si potesse ottenere un lavoro migliore di questo.

  • Gengiva blu
  • Metallo dell’impianto che si vede
  • Dente Artificiale più lungo dei denti naturali

Adesso, prima di proseguire il nostro viaggio, vorrei raccontarti qualcosa che ha a che fare con il passato.

La specialità all’interno di uno studio dentistico che si occupa dei pazienti come Francesco si chiama Implantologia Orale.
Già negli anni Ottanta furono inseriti i primi impianti dentali all’interno delle bocche di molti persone.

In quegli anni l’unica preoccupazione del dentista era che la vite in titanio, inserita nella bocca del paziente, non avesse un rigetto. Quindi a quei tempi avere una vite stabile nell’osso con un dente poggiato di sopra era un successo.

Per farla breve, il successo in implantologia  era che si creasse un’unione tra la vite e l’osso nel quale veniva inserito. Questo intimo rapporto prende il nome di osteointegrazione. Anche nella bocca di Francesco l’impianto si era perfettamente integrato nell’osso, ma per quello che ti ho spiegato sulla foto precedente non possiamo accontentarci solo di questo.

Ora sarai in grado anche tu di confermare che il lavoro fatto sulla bocca di Francesco non può essere chiamato successo. Nel 2020 il dentista non deve solo mettere un dente nella bocca del paziente. Oggi il paziente che si rivolge ad uno specialista per un trattamento di implantologia orale deve pretendere che il risultato raggiunto sia il più naturale possibile e invisibile agli occhi di chi lo osserva.

Il dente artificiale deve avere lo stesso colore e la stessa dimensione di quelli naturali e deve essere circondato da una gengiva che sia identica a quella che circonda la dentatura vicina. Chiunque vedrà sorridere il paziente non dovrà essere in grado di distinguere il dente articiale da quelli naturali.

Alla fine di questa storia anche tu sei diventato un esperto di implantologia orale e sarai in grado di giudicare il lavoro fatto dal tuo dentista.

Ora ti mostro un’altra foto

Questo è un lavoro fatto da me e sono sicuro che alla fine di questo viaggio fatto insieme  sarai in grado di giudicarlo.
Ti aiuto, qui c’è un dente artificiale con una radice artificiale in mezzo a tanti denti naturali. La verità è che ottenere un risultato eccellente come questo non è per nulla facile.

Richiede molta esperienza, molta passione, e la voglia del dentista di raggiungere la perfezione.

Allora visto che se sei in grado di giudicare un lavoro fatte bene da uno fatto male,  avrai capito che la domanda giusta non è QUANTO COSTA UN IMPIANTO? Tu non stai comprando un oggetto (l’impianto) che da me paghi una determinata cifra  e che da un altro pagheresti di più o di meno.

Tu stai comprando il tuo sorriso, tu stai comprando il tuo futuro, tu stai comprando la tua salute e dovrai pretendere dal tuo dentista l’eccellenza, perché l’eccellenza si può raggiungere.

PrimaDopo

Ora ti svelo un segreto, la foto di prima è di questo paziente:

Questo è Francesco dopo che si è rivolto a me per risolvere il problema che gli aveva causato l’altro dentista.

Con me ha dovuto ricominciare tutto dall’inizio, è stato rimosso tutto il lavoro del precedente dentista, abbiamo fatto un lungo viaggio insieme per poter raggiungere l’eccellenza, ma ne è valsa la pena direi.

Se vuoi prenotare una valutazione del tuo caso nel nostro Studio,
chiama lo 0966 653561 per un check-up gratuito o lascia i tuoi contatti qui sotto.

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Giorno e orario preferito

Tipo di richiesta